Crea sito

Carmine Esposito (Poeta)

Biografia
Carmine Esposito è' nato e vive a Cosenza,
Compone da più di un decennio liriche in vernacolo cosentino e in lingua italiana, ma solo nel 2015 decide di pubblicare la sua prima silloge dal Titolo " 'U munnu mia è tutta 'na poesia" a cura dell'Associazione Culturale GueCi.

La sua Silloge

LA PREFAZIONE SULLA SILLOGE A CURA DI BENITO PATITUCCI

 

La passione di osservare attentamente ogni cosa, unita a quella di tracciare sulla carta quanto si è visto, così come le cose alle quali si è partecipato in prima persona, le sensazioni avvertite, i vari punti di vista, le “limature” e le “sfumature” percepite, spesso si trasformano in un inconscio desiderio di trasmettere anche ad altri la nostra intima emotività.

È quanto accade a Carmine Esposito, che ha voluto oggi raccogliere in volume le sue “osservazioni” e le sue “considerazioni”, per offrirle a chi abbia voglia di leggerle, gustarle, assaporarne l’eccezionale genuinità e magari sorridere o provare un attimo di commozione insieme a lui.

I suoi componimenti, infatti, hanno a solido fondamento la schiettezza della persona semplice, solare; quella che stima l’amicizia, che esalta gli affetti, che pone in primo piano il rapporto con l’altro. Si tratti delle ore vissute in famiglia, dove gli insegnamenti poggiavano fondamentalmente sulla moralità, oppure del rapporto con una persona amica, con un parente, un conoscente o qualcuno che ha colpito la sua attenzione per un particolare modo comportamentale, la finalità è sempre la stessa: mettere nero su bianco tutto quello che vibra nel cuore, che accende lo sguardo, che colora la fantasia, ma che fa soprattutto meditare.

Carmine Esposito, dunque, è la somma di tutto questo. Qualità come la semplicità, la schiettezza, la generosità, il rispetto, l’onorabilità, l’altruismo, sono il terreno fertile in cui germogliano i suoi scritti.  Non frasi altisonanti, non giri di parole, non ricercatezza di linguaggio, ma solo delicati “appunti poetici”, tramite i quali egli diventa protagonista del mondo che gli sta attorno. Sprazzi di luci e invisibili coni d’ombra che lui, puntigliosamente e meticolosamente, annota, trascrive, divulga, facendoci generosamente dono di una parte di sé stesso: quella dall’animo poetico, dallo sguardo sincero, dal sorriso schietto.

E non c’è alcun dubbio, con queste premesse, che al nostro buon Carmine non mancherà l’unanime apprezzamento per questo suo genuino accostarsi al mondo incantato della poesia.

 

 

Le foto della presentazione che si è tenuta presso la Biblioteca Civica di Rende